Benvenuto, visitatore! [ Registrati | Login

PUBBLICA ANNUNCIO
Commenti disabilitati su I NUOVI CONDOMINI DEVONO RISPETTARE LE VECCHIE DELIBERE

I NUOVI CONDOMINI DEVONO RISPETTARE LE VECCHIE DELIBERE

Casa news 5 settembre 2018

In tema di osservanza del contenuto delle delibere assembleari che sono obbligatorie per tutti i condomini ai sensi dell’art. 1137 c.c., il rispetto è dovuto anche da chi ha acquistato successivamente alla loro adozione. In sintesi, il nuovo condomino deve rispettare la vecchia delibera.

Il principio vale anche se ad essere modificate sono tabelle millesimali approvate con il regolamento contrattuale, ma aventi natura assembleare, ossia essendo le medesime conformi ai criteri legali.

Questa, in sostanza, la conclusione cui è giunta la Suprema Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 19838, pubblicata mediante deposito in cancelleria il 26 luglio 2018.

Non solo, per espressa previsione di legge, art. 63 disp. att. c.c.,  chi acquista un’unità immobiliare in condominio diviene obbligato in solido con il cedente anche per i debiti maturati nell’anno di gestione precedente alla cessione ed in quello nel corso del quale questa è avvenuta.

L’assunzione degli obblighi si ferma a quelli economici?

No, la risposta è negativa. Chi diventa condomino subentra nella posizione del suo dante causa e quindi assume anche la medesima posizione in relazione ad altre situazioni giuridiche.

Tra queste, ad esempio, il rispetto del regolamento e delle delibere.

322 visite totali, 1 oggi

  

Sponsored Links

  • IL CONTRATTO DI CONVIVENZA

    by on 1 ottobre 2018 - 0 Comments

    La Legge 20/05/2016, n. 76 regolamenta nella sua seconda parte, l’”istituto” della convivenza. Due persone, conviventi di fatto, che siano maggiorenni, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, non vincolate da rapporti di parentela , affinità o adozione, da matrimonio o da un un unione civile, possono disciplinare […]

  • LA DISTANZA TRA CANNA FUMARIA DA BALCONI E FINESTRE

    by on 5 ottobre 2018 - 0 Comments

    In che modo considerare la canna fumaria ai fini del rispetto della normativa sulle distanze? La canna fumaria, dice la Corte di Cassazione, non è una costruzione, ma un semplice accessorio di un impianto e quindi non trova applicazione la disciplina di cui all’art. 907 Sez. 2, Sentenza n. 2741 del 23/02/2012 Rv. 621675)» (così Cass. 23 […]

  • CASE IN PAGLIA E I VANTAGGI ENERGETICI

    by on 13 settembre 2018 - 0 Comments

    La paglia, come la canapa, per il momento in Italia non è considerata un materiale utilizzabile per realizzare la struttura di un edificio, come per esempio il cemento, l’acciaio e il legno, ma la paglia è invece consentita per tutte le parti complementari dell’edificio, dall’isolamento al tamponamento, ed è considerata un materiale ad alto tasso di sostenibilità.

  • AVVISO DI TRASLOCO AGLI ALTRI CONDOMINI

    by on 3 ottobre 2018 - 0 Comments

    In effetti non è raro che per effettuare un trasloco si debbano utilizzare spazi comuni, le scale e l’ascensore in primis, ma anche eventualmente il cortile per posizionare i mezzi per il carico del mobilio, per l’elevatore.

  • CASE MODULARI, LA RIVOLUZIONE SOSTENIBILE DELL’EDILIZIA

    by on 16 ottobre 2018 - 0 Comments

    L’avanzare delle nuove tecnologie, l’aumento degli standard qualitativi e la necessità di abbassare i costi stanno muovendo il mercato edile, sempre più orientato verso un futuro più green, ecco perché le case modulari saranno le abitazioni di domani.